Case StudyAlcuni progetti e interventi di QSC

 

Il progetto

Il Comune di Frosinone ha richiesto la consulenza di una società terza specializzata nei controlli progettuali per la verifica del progetto definitivo e del progetto esecutivo relativo all’intervento “Realizzazione del primo lotto di lavori del Teatro Comunale per la Città di Frosinone”. Il progetto del “Nuovo Teatro Comunale” della città di Frosinone nasce dalla volontà di elaborare un programma di riqualificazione dell’area destinata ad attrezzature scolastiche, sportive e culturali fuori dal centro abitato.

I volumi di progetto connettono gli spazi esterni mediante la localizzazione di una serie di percorsi pedonali disposti lungo l’asse longitudinale dell’impianto, e lungo il versante che confina con il preesistente Conservatorio di Musica, ideati per favorire le connessioni tra gli spazi ubicati alle diverse quote. Il complesso si articola in tre distinti settori che ospitano rispettivamente gli spazi di accoglienza, quelli di servizio e il teatro vero e proprio. Il programma della realizzazione dell’opera prevede una attuazione mediante “stralci” e, trattandosi di un intervento molto articolato dal punto di vista tipologico, è stato possibile ipotizzare le seguenti fasi successive di realizzazione:

  • Il primo stralcio interessa la realizzazione delle opere di specifica pertinenza del teatro con l’esclusione della parte di foyer non strettamente necessaria al funzionamento dello stesso.
  • Il secondo stralcio interessa il completamento delle opere interne, e di quelle relative alla parte di foyer di uso pubblico che sarà destinata a spazio polifunzionale per eventi e mostre,
  • Il terzo e ultimo stralcio interessa le sistemazioni esterne.

Nel complesso la struttura è così articolata:

La sala teatrale

Il volume del teatro occupa la fascia situata a sud-ovest dell’area di intervento e ospita la sala teatrale e i servizi ad essa connessi. La sala ospiterà 870 posti e l’inclinazione della copertura del volume della sala teatrale permette di collocare nella piazza superiore uno spazio destinato ad accogliere una cavea esterna. Oltre alla sala verranno inseriti, nello stesso volume, una serie di servizi, quali una parte del foyer, una caffetteria, il guardaroba e i servizi igienici per il pubblico. Il piano interrato a viene riservato agli artisti, con una serie di camerini, sala prove, sala di registrazione e una serie di collegamenti verso il palcoscenico e l’esterno.

La torre scenica

La torre ospita al piano interrato il golfo mistico per gli orchestrali ed una serie di ambienti a loro destinati. Il piano superiore è destinato al palcoscenico, ai locali di carico e scarico delle scene e ai collegamenti verticali verso i piani superiori. La conformazione della torre, di forte impatto prospettico, determina la configurazione degli spazi intorno al palcoscenico. La copertura verrà utilizzata per l’alloggiamento dei macchinari degli impianti, oltre che per ospitare una terrazza panoramica che offre un belvedere sulla città.

Il Foyer

Il volume parallelo alla sala teatrale si articola su tre livelli, l’ultimo dei quali, quello di copertura, rappresenta di fatto una gradonata all’aperto. I tre livelli di questo blocco sono collegati visivamente da doppie altezze e da collegamenti verticali (scale e ascensori) panoramici. La copertura costituirà l’ampliamento del ristorante all’esterno, rispondendo all’esigenza del Comune di prevedere uno spazio con vista sulla città.

L’importo complessivo dei lavori è di € 4.662.821,09 per lavori a corpo e € 133.466,95 per oneri della sicurezza.

L’intervento di QSC

Attraverso un’attenta analisi della documentazione fornita, QSC attua la verifica finalizzata ad accertare la conformità della soluzione progettuale alle specifiche disposizioni funzionali, prestazionali, normative e tecniche indicate dalla Committenza.

La verifica accerterà in particolare:

  1. la completezza della progettazione;
  2. la coerenza e completezza del quadro economico in tutti i suoi aspetti;
  3. l'appaltabilità della soluzione progettuale prescelta;
  4. i presupposti per la durabilità dell'opera nel tempo;
  5. la minimizzazione dei rischi di introduzione di varianti e di contenzioso;
  6. la possibilità di ultimazione dell'opera entro i termini previsti;
  7. la sicurezza delle maestranze e degli utilizzatori;
  8. l'adeguatezza dei prezzi unitari utilizzati;
  9. la manutenibilità delle opere, ove richiesto.

I risultati ottenuti

La fase di verifica, iniziata ad Aprile 2015, è attualmente in corso di sviluppo e si concluderà con l’emissione del Rapporto Finale relativo al Progetto Definitivo e al Progetto Esecutivo per accertare la rispondenza di quest’ultimi con le normative vigenti.

Dichiarazione d’imparzialità di QSC S.r.l.

Con la creazione di QSC nel 2014 i soci fondatori hanno messo alla base dell’esercizio dell’attività valori fondamentali quali la competenza, l’imparzialità, la trasparenza e la terzietà, e hanno messo in atto misure atte a garantirle.

Il sistema Qualità di QSC, redatto in conformità alla norma 17020 come organismo di ispezione di Tipo A, garantisce al Cliente di QSC di massimo grado di indipendenza nello svolgimento delle attività di ispezione.

Un’analisi del rischio di imparzialità viene effettuata annualmente sulla base delle minacce reali per l’imparzialità dell’organismo analizzando situazioni di rischio puntuali e riducendone la probabilità attraverso misure efficaci.

Gli ispettori di QSC forniscono sufficienti garanzie per dimostrare l’assenza di conflitti di interesse e operano senza condizionamenti o pressioni di carattere commerciale e finanziario che possano influenzare le decisioni in merito alle attività svolte. Gli ispettori sono adeguatamente sensibilizzati e segnalano eventuali situazioni che rappresentano un potenziale rischio per la salvaguardia dell’imparzialità.

Il procedimento di qualifica e selezione degli ispettori e/o collaboratori prevede espressamente l’obbligo dell’indipendenza, imparzialità ed integrità da assicurarsi all’atto della sottoscrizione del contratto con QSC.

QSC è indipendente finanziariamente, svolge quindi la propria attività senza vincoli finanziari, non svolge attività in contrasto con l’attività di ispezione.

QSC non fa parte di alcun soggetto giuridico che è impegnato nella progettazione, fabbricazione, fornitura, installazione, acquisto, proprietà, utilizzo o manutenzione degli elementi sottoposti a prova e/o ispezione.
QSC non è collegata a un soggetto giuridico separato impegnato nella progettazione, fabbricazione, fornitura, installazione, acquisto, proprietà, utilizzo o manutenzione degli elementi sottoposti a prova e/o ispezione; è indipendente dalle parti coinvolte.

QSC, inoltre:

  • definisce specifiche e chiare condizioni contrattuali di offerta dei propri servizi supportate da Condizioni Generali di erogazione del servizio fornite con ogni offerta; le condizioni generali comprendono inoltre la procedura di reclamo e ricorso;
  • assicura la riservatezza per tutte le informazioni raccolte nel corso dello svolgimento delle sue attività e la tutela dei diritti di proprietà;
  • la Direzione conduce un riesame, almeno una volta all’anno, per la verifica dell’imparzialità delle attività di controllo e dei processi decisionali.

Milano, 16 marzo 2015

Per informazioni e preventivi puoi metterti in contatto con QSC compilando questo modulo. Grazie!